Litigare davanti ad un bambino piccolo può rivelarsi dannoso? (2di2)

litigio bambini articolo2 300x179 Litigare davanti ad un bambino piccolo può rivelarsi dannoso? (2di2)Precedente…

Il problema del litigio di una coppia di fronte al proprio bambino sostanzialmente non esiste così come lo vogliamo strutturare: il bambino ha gli strumenti per comprendere se preoccuparsi o no, inoltre è una cosa alla quale il bambino prima o poi deve far fronte e le campane di vetro non sono mai risultate pedagocicamente valide. Esiste invece il problema del litigio nel momento in cui è sintomo di lacerazione profonda o ancora peggio serve ad arrivare ad un secondo fine che è quello di portare il bambino dalla propria parte.  Allora diventa pericoloso per il bambino che proverà come detto sopra una scissione interna in fazioni pro – madre o padre e cadrà in angoscie abbandoniche fantasticando possibili separazioni. Oltre ciò, ma si va nel campo dell’ipotetico, il bambino potrebbe anche percepire questi litigi come una colpa, di esserne il responsabile in una strategia che gli da la responsabilità ma a livello della fantasia anche la possibilità di aggiustare la coppia. Scoprire che la seconda parte del pensiero magico non funziona è un altra fonte di angoscia.

Ricapitolando il litigio in se non è dannoso per il bambino: dipende dalla qualità del litigio e dalle strategie del bambino per affrontarlo.


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>