Nascita della Psicologia Moderna.

psicologia moderna Nascita della Psicologia Moderna.

La psicologia si è costituita come scienza autonoma con i primi laboratori di Lipsia nel 1879, ad opera di W. Wundt. La parola psicologia ha il significato di “discorso sull’anima” e mira all’interpretazione empiricamente fondata delle funzioni mentali. Una specie di sfida concettuale poiché si propone di indagare con il metodo delle scienze naturali, tramite definizioni e spiegazioni dei problemi, le funzioni mentali ed il comportamento umano dipendenti da un’entità immateriale come l’anima. Le teorie razionalistiche si basano per dimostrare la validità delle proprie asserzioni di nesso causale, sulla coerenza logica interna all’assunto che ne è alla base: cioè si fondano su assiomi dimostrabili logicamente e su delle concatenazioni e combinazioni da queste dipendenti. La psicologia aristotelica partiva da alcuni assunti di tipo analogico (tipo di concezione che tenta di spiegare i meccanismi causali attraverso delle similitudini e parallelismi strutturali).
Il primo antesignano della psicologia fu Descartes, che partiva dal dualismo fra res cogitans e res extensa, definendo tutti i comportamenti osservabili anche negli animali come derivanti dalla macchina corpo, e quelli che ce ne distinguono come derivati dall’anima, proponendosi di studiare in modo scientifico le condotte umane. È evidente che la psicologia rappresenta un ibrido, un incontro fra le scienze naturali e biologiche e la filosofia. I primi scritti psicologici sono di Wundt, con “Trattato di psicologia” del 1873, e gli “Elementi di psicofisica” del 1860 di Fechner, che per la prima volta usò le metodologie oggettive per studiare le funzioni della mente tramite i loro correlati fisiologici. Verso la fine dell’800 James creò il primo laboratorio psicologico ad Harvard, mentre un allievo di Wundt, Hall, creò una scuola di psicologia a Princeton. In Francia invece il “cartesianesimo” portò al fiorire di studi medici e fisiologici per la mappa dettagliata delle localizzazioni funzionali del cervello.


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>