Psicoanalisi.

  Si intende la terapia classica freudiana. Le sue caratteristiche principali sono in breve: Numero di sedute a partire dalle 2 in su. Uso della regola fondamentale delle associazioni libere. Interpretazione dei sogni. Ma soprattutto: Uso del lettino La finalità è indagare le cause inconsce del disagio. Qualche nozione. La regola fondamentale è il comportamento cui dovrebbe conformarsi il paziente: comunicare tutto ciò che passa per la mente senza alcuna selezione o critica, e senza omettere elementi anche se banali, sgradevoli, senza senso. La tecnica delle libere associazioni contiene questi presupposti: tutte le linee di pensiero conducono a ciò che è significativo, le esigenze terapeutiche del paziente condurranno le associazioni dove è significativo: le difficoltà nell’osservare la regola fondamentale sono spie di resistenze e difese, che sono indice di processi difensivi inconsci. Vediamo così come le libere associazioni non sono così libere, anche perchè guidate dalle interpretazioni dell’analista. La cura analitica ha evidenziato che non tutto lo psichismo è riducibile alla coscienza: molti contenuti mentali emergono solo dopo aver superato certe resistenze. I contenuti inconsci per Freud hanno caratteristiche specifiche diverse da quelle conscie e sono: Spostamento del contenuto emotivo da un contenuto a un altro. Assenza di contraddizione  e condensazione. Opposti convivono senza contraddizione e in cerca d’appagamento. Assenza di negazione: non esiste un no per il desiderio. Sostituzione della realtà esterna con quella psichica. Assenza di spazio e tempo. Funzionamento in base al principio del piacere. I processi psichici primari sono quelli caratteristici dell’inconscio, i processi secondari sono quelli del pensiero razionale, conscio, che obbedisce a leggi spazio – temporali e logiche. Il punto di vista topico (perché distingue la psiche in “luoghi”) freudiano vede 3 modi di funzionamento psichico: 1) Conscio (CS): contenuti mentali nella piena consapevolezza del soggetto, retti dalle leggi dei processi secondari. 2) Preconscio (PCS): contenuti non immediatamente presenti alla cs, ma che possono divenirlo senza resistenze e aiuti. 3) Inconscio (ICS): contenuti mentali non presenti in permanenza alla consapevolezza ma dinamicamente attivi per tentare d accedere alla cs, ma tenuti indietro da forze contrarie, le resistenze, che glielo vietano, e si esprimono così tramite sogni, sintomi, lapsus, fantasie, associazioni ecc. Il punto di vista dinamico considera la psiche dalla prospettiva delle forze che in essa si esprimono e dei conflitti esistenti fra loro: pulsioni e difese. L’Inconscio è sede del rimosso, cioè di quei contenuti cui è impedito l’accesso al conscio dalle...
read more

Terapia di Coppia

  Si intende una terapia rivolta alla coppia nella sua interezza e si interessa di indagare le motivazioni sottostanti le problematiche...
read more

Psicoterapia

  Si intende una terapia da una a più sedute a settimana ma vis a vis. Le caratteristiche principali sono la sensazione di contenimento e risposta del terapeuta per chi non dovesse gradire il percorso più solitario del...
read more

Consulenze On – Line

   Si intende la possibilità di un contatto tramite mail dove risponderò alle questioni postemi e dopo attenta valutazione, nel caso, tramite videochat (Skype e...
read more

Gruppi

Si intende la possibilità di creare gruppi terapeutici vari o a tema. Numero dei partecipanti: 6 -8.
read more